Importanti opere di artisti contemporanei interpretano l’eredità di Leonardo in un suggestivo percorso urbano..

Contemporary artists with their important works deipher the world of Leonardo and convert it into a suggestive urban itineray..

L’uomo di Vinci

di Mario Ceroli, è la versione donata al Comune di Vinci nel 1987. L’opera originale dell’artista fu realizzata nel 1967, intitolata Squilibrio. La scultura vinciana si trova in piazza Guido Masi, comunemente chiamata “del Castello”, dalla quale è possibile ammirare un panorama sorprendente.

Trae ispirazione dal celeberrimo disegno della Galleria dell’Accademia di Venezia, dove Leonardo rappresenta l’idea di proporzione espressa da Vitruvio. 

La versione tridimensionale dell’opera rende onore alla modernità e dinamicità del disegno leonardiano in cui Mario Cerioli si era già interessato a partire dagli anni ’60. 

La statua, che interpreta il principio rinascimentale dell’uomo misura di tutte le cose, è divenuta il simbolo della città di Vinci e del suo legame indissolubile con Leonardo.

The man of Vinci

by Mario Ceroli, is the version gifted to the City of Vinci in 1987. The artist’s original work was made in 1967, called Imbalance. The sculpture is located in Piazza Guido Masi, commonly called “del Castello”, where you can admire an amazing landscape.

Draws inspiration from the famous drawing of Galleria dell’Accademia in Venice, where Leonardo represents the idea of proportion expressed by Vitruvio.

The three-dimensional vision of the work respect the dynamism and the innovation of Leonardo’s draw, in which Mario Ceroli was interested since the 1960s.

The statue interprets the renaissance principle, where the man is the measure of all things, is become te symbol of the city of Vinci and of its unbreakable connection with Leonardo


Il Cavallo di Leonardo

È una replica delle due sculture realizzate dall’artista Nina Akamu per l’Ippodromo di Milano e per il parco Frederik Meijer nel Michigan.

Il monumento equestre è ispirato al progetto incompiuto di una colossale statua per Francesco Sforza, alla cui creazione Leonardo si dedicò durante gli anni de suo primo soggiorno milanese. 

Nel 1977 Charles Dent, appassionato del Rinascimento italiano, si invaghi dell’idea di portare a termine il fallito esperimento di Leonardo, dando vita in Pennsylvania ad un’apposita fondazione, la Leonardo da Vinci’s Horse che affidò l’incarico di realizzare l’opera all’artista Nina Akamu. 

Nel 2001 la scultura compiuta fu donata alla città e collocata in Piazza della Libertà.

The Leonardo’s Horse

is a copy of the two sculptures created by the artist Nina Akamu for the Hippodrome in Milan and for the Frederik Meijer park in Michigan.

The equestrian monument is inspired by the unfinished project of a huge statue for Francesco Sforza, to which Leonardo dedicated himself during the years of his first stay in Milan.

In 1977 Charles Dent, passionate about the Italian Renaissance, fell in love with the idea of finishing the Leonardo’s failed experiment, creating a special foundation in Pennsylvania, the Leonardo da Vinci’s Horse who assigned the work to the artist Nina Akamu.

In 2001 the completed sculpture was donated to the city and placed in Piazza della Libertà.


Una Piazza per Leonardo 

Le sculture di Piazza de’ Guidi, realizzate da Mimmo Paladino, si inseriscono nel contesto urbano creando nuove forme di convivenza tra l’arte contemporanea e l’architettura antica del borgo.

Le sculture della Piazza sono incise con tasselli di vetro e lama d’argento, dall’effetto scenografico notturno, introducono il visitatore al percorso leonardiano e alla visita della città. 

Fu proprio l’idea di un’opera di alto valore artistico, capace di dialogare simbolicamente col museo e con l’eredità di Leonardo, a guidare il Comune di Vinci nella realizzazione di un concorso di idee, indetto nel 2003, che vide vincitore Mimmo Paladino.

L’opera, con le sue geometrie e forme astratte ispirate al Poliedro, simbolo del Rinascimento, evoca la fiducia di Leonardo nella geometria e dà forma ad un inedito e suggestivo spazio urbano.

A Square for Leonardo

The sculptures of Piazza de’ Guidi, realised by Mimmo Paladino, fit into the urban context creating new forms of coexistence between contemporary art and the ancient architecture of the hamlet.

The sculptures of the square are engraved with glass blocks and silver blades, with a spectacular effect in the night

This square introduce to the tourist the Leonardo’s route and the visit of the city.

It was the idea of a work of high artistic value, able to have a dialogue symbolically with the museum and with the legacy of Leonardo, to guide the City of Vinci in the realisation of a call for ideas, held in 2003, in which Mimmo Paladino was the winner.

The work presents abstract and geometric shapes, inspired to Polyhedron, symbol of Renaissance, recalls the Leonardo’s trust in geometry and gives shape to an unprecedented and reminiscent urban space.


Il Battesimo di Leonardo

La Chiesa di Santa Croce, all’interno del battistero in cui è collocato il fonte presso il quale si ritiene che Leonardo fu battezzato, ospita l’ opera Il Battesimo di Leonardo, realizzata da Cecco Bonanotte, dedicata alla storia della salvezza.

Le sculture che lo compongono si contraddistinguono per quel senso di raffinata leggerezza e particolare sensibilità cromatica che Buonanotte riesce a donare alle sue creazioni.

Nelle quattro nicchie sulle pareti del battistero sono collocate le opere che affrontano i temi della Creazione, dell’Annunciazione, dell’Ultima cena e della Passione, mentre la scultura dell’Apocalisse scende da una volta centrale.

The Baptism of Leonardo

The Church of Santa Croce, inside the baptistery is located the source where (is believed that) Leonardo was baptized, hosts the work The Baptism of Leonardo, made by Cecco Bonanotte in 2010.

The sculptures that compose it are distinguished by the refined lightness and the particular chromatic sensitivity that Buonanotte is able to give to his creations.

In the four niches, on the walls of the baptistery, are the works that deal with the themes of the Creation, the Annunciation, the Last Supper and the Passion, while the sculpture of the Apocalypse descends from a central vault.


Dialogo oltre il tempo e lo spazio

L’artista cinese Wu Weishan ha omaggiato Leonardo creando una scultura composta da due bronzi raffiguranti Leonardo Da Vinci e Qi Baishi, padre della pittura moderna cinese, in una sorta di ipotetica conversazione al di là del tempo e della distanza geografica. 

L’opera è stata donata alla città di Vinci nel 2020 ed è stata collocata nella terrazza antistante la Palazzina Uzielli, che per dare visibilità alle statue sono state collocate in maniera armonica nel paesaggio circostante, ancora oggi simile a quello che fece sfondo alla nascita e all’infanzia di Leonardo. 

Dialogue beyond time and space

Chinese artist Wu Weishan has honored Leonardo by creating a sculpture composed of two bronzes portraying Leonardo Da Vinci and Qi Baishi, father of modern Chinese painting, in a sort of hypothetical conversation beyond time and geographical distance.

The work was donated to the city of Vinci in 2020 and was placed on the terrace in front of the Palazzina Uzielli, which to give visibility to the statues were placed harmoniously in the surrounding landscape, still today similar to that of Leonardo’s childhood and birth.


SACRA SOLITUDINE di Claudio Cinelli

Rivisitazione realizzata dell’Ultima Cena nella quale sono rappresentate solo le mani degli apostoli e Cristo rimane l’unica figura “UMANA”

SACRA SOLITUDINE di Claudio Cinelli

A reinterpretation of “Ultima Cena” where are only represented the hands of the apostles and Jesus is the only one who is represented as “HUMAN”.

LACRIMA di Carlo Cinelli

Si affaccia sul Parco della Rimembranza e rappresenta una libera interpretazione della Gioconda, icona mondiale, dal cui volto scende una lacrima simbolo della sofferenza causata dalla pandemia che ha coinvolto tutto il mondo.

LACRIMA di Carlo Cinelli

Overlooking Parco della Rimembranza and it’s a reinterpretation of “Gioconda”, internatonal icon, from whose face falls a tear symbolizing the pain during the pandemic involving all the world.

L’ARTE SA NUOTARE (BLUB)

Non sappiamo molto, tranne che è fiorentino (o fiorentina?) con una speciale capacità di rendere l’arte accessibile e vicina a tutti, allontanando lo stereotipo di “arte solo nei musei”

L’ARTE SA NUOTARE (BLUB)

We don’t know much about his/her identity, the only thing we know is that she/he is from Florence with a special ability to make art acessible to all, breaking the stereotype of “art only in museums”

PLANT A TREE, PLANT SMILES (STELLECONFUSE)

Progetto per sensibilizzare la gente sulla tutela delle zone verdi nelle città.

PLANT A TREE, PLANT SMILES (STELLECONFUSE)

Project made in order to raise awareness about the protection of green areas in the cities.


Alla scoperta delle Vie secondarie della Città

Discovering the Secondary Streets of the City

La Città di Vinci incontra l’arte contemporanea, dotando i cittadini, e i visitatori, di un nuovo itinerario artistico, con dei connotati diversi rispetto a quelli che da sempre caratterizzano il paese nel segno di Leonardo.

Questa volta il progetto START, iniziativa dalla Pro Loco di Vinci, mette insieme arte pubblica e arte contemporanea, spazi espositivi e vicoli nascosti, Dante e Leonardo, inaugurando un percorso d’arte inedito, considerando le tematiche affrontate e soprattutto le opere, risultato del lavoro di giovani artisti emergenti del territorio.

The City of Vinci meets contemporary art, providing citizens and visitors with of a new artistic itinerary, with different connotations than those that have always characterised the country in the sign of Leonardo.

This time the project START, project made by the Pro Loco di Vinci, brings together public and contemporary art, exhibition spaces and hidden alleys, Dante and Leonardo, inaugurating a itinerary of unusual art, considering the themes addressed and especially the works, result of the work of young emerging artists of the territory.